CENTRO A BASSA SOGLIA CIVICOZERO

Copyright © 2016 CivicoZero

via dei Bruzi 10 00185 Roma
civicozero@civicozero.eu
tel./fax.:06-98386049

CENTRO A BASSA SOGLIA CIVICOZERO

CivicoZero nasce nel 2009 in continuità con le attività realizzate da Save The Children a partire dal 2008. Civicozero, che nel 2011 diventa una cooperativa sociale totalmente finanziata da Save the Children, è un Centro a bassa soglia, situato nella città di Roma ed è volto a fornire supporto, orientamento e protezione a minori e neo-maggiorenni stranieri, in situazioni di marginalità sociale e devianza e sottoposti a rischio di sfruttamento e abuso, garantendo il miglioramento delle condizioni di vita e il rispetto dei loro diritti. CivicoZero interviene in favore di minori migranti e non, tra i 12 e i 18 anni e si pone come punto privilegiato di osservazione fenomenologica, per poter poi sviluppare e adattare interventi ed essere sempre capaci di dare risposte ai bisogni dei minori. La centralità dell’intervento è data al minore considerato come un soggetto attivo, competente e in grado di partecipare, se adeguatamente supportato.

Gli interventi vengono effettuati da un team multidisciplinare composto per metà da mediatori culturali che forniscono ai minori la possibilità di esprimersi nella propria lingua, esigenza ritenuta primaria. Il team realizza attività esterne ed interne al centro diurno. Per quanto riguarda le attività esterne vengono realizzate uscite di outreach, di cui parleremo in seguito, visite ai musei e ai luoghi di interesse della città. All’interno del Centro, invece, vengono realizzate attività di consulenza legale, sanitaria, laboratori, partecipazione di bambini e adolescenti, formazione e orientamento al lavoro e networking.

Il Centro a bassa soglia accoglie in media 100 nuovi minori al mese e registra circa 50 ingressi al giorno principalmente originari di Egitto, Eritrea, Gambia e Nigeria.

Il Centro offre servizi di base (docce, panini/pasti, lavatrici, cambio biancheria e abiti), postazioni internet con accesso controllato, utilizzato da circa 40 minori ogni giorno, uno spazio ricreativo con annessa una piccola palestra, atelier espressivi. In partenariato con ProgrammaIntegra, si è sviluppato, già a partire dal 2014 un progetto di inserimento lavorativo attraverso l’attivazione dei percorsi formativi. Si prevede un periodo di tirocinio di 3 mesi durante il quale il tirocinante viene costantemente affiancato dal tutor e gli viene assegnata una borsa lavoro.

A partire dal 2015 è stato attivato all’interno del centro il progetto CLIO per l’apprendimento linguistico. Il corso di alfabetizzazione si rivolge ed è strutturato per lo specifico target dei minori stranieri non accompagnati e le loro esigenze sono costantemente tenute in considerazione al fine di proporre un percorso efficacie che non si limiti all'insegnamento linguistico, ma che favorisca lo sviluppo della resilienza, una maggiore consapevolezza circa il proprio percorso e, non ultima, la possibilità di imparare a stare insieme agli altri in un contesto protetto che stimoli la condivisione.

About

I laboratori condotti da esperti tecnici di laboratorio e dai mediatori culturali col supporto di un'esperta in partecipazione.

CONSULENZA LEGALE

L’obiettivo principale del servizio è quello di facilitare l’accesso alla tutela legale per quei minori e/o neomaggiorenni che si trovano in una situazione di particolare vulnerabilità, al fine di promuovere la regolarità del soggiorno e l’integrazione sul territorio, attraverso il rafforzamento e la messa a sistema di un servizio di assistenza ed orientamento legale multilivello in favore dei minori a rischio di marginalità e dei diversi attori coinvolti.

Il servizio legale svolge dunque un lavoro di sostegno ed orientamento rivolto non solo ai beneficiari diretti del progetto ma anche ai servizi sociali del territorio, ai servizi della giustizia minorile del Lazio nonché alle strutture di accoglienza per minori. Inoltre, nel monitorare l’andamento della tutela dei diritti dei minori, con particolare riferimento al contesto di intervento, il servizio rileva e segnala criticità e problematiche.

Il servizio legale dedica poi un’attenzione particolare alla diffusione delle informazioni sui diritti e sulle modalità di tutela. 

OUTREACH

Interventi mobili su strada o nei contesti di vita o aggregazione dei minori.

Per garantire l’efficacia e il raggiungimento degli obiettivi, considerando i target a cui si rivolge l’outreach su strada, l’intervento deve essere declinato in componenti o direttrici di lavoro, integrate tra loro. In primis, il lavoro diretto sui minori di strada, l’attenzione al coinvolgimento dei pari, il lavoro con gruppi di strada e reti informali di afferenza del target, la costituzione di una buona rete con i servizi presenti sul territorio.

Ciò permette una sempre aggiornata conoscenza del fenomeno, supportata da interventi di mappatura volti a rilevare la presenza su strada di minori e a riprogrammarsi rispetto agli eventuali cambiamenti del fenomeno. In generale l’intervento di outreach è un intervento flessibile e creativo, nelle proprie modalità di espressione rispetto a ciò che succede in uscita ed è finalizzato al monitoraggio delle condizioni di vulnerabilità, informativa al target di riferimento, riduzione del danno. Gli strumenti principali sono l’utilizzo di materiale informativo semplice, chiaro e tradotto in più lingue e materiale per animazione di strada.

Circa tre volte a settimana due operatori del team sono intervenuti su strada o in luoghi della città dove è stata confermata o mappata la presenza di minori target dell’intervento.

PROTEZIONE

CivicoZero persegue i propri obiettivi con una metodologia di tipo partecipativo, con approccio sistemico relazionale sia nel suo rapportarsi ai minori, sia alla rete delle risorse formali e informali, mirando a “fare sistema”. Il networking di CivicoZero è orientato alla costruzione di una rete di protezione, caratterizzata dalla bassa soglia e finalizzata al drop in dei minori. L’approccio metodologico adottato pone al centro dell’intervento il minore, considerato sempre soggetto attivo in grado di partecipare, se adeguatamente supportato, in maniera consapevole alle scelte che lo riguardano. Ecco allora che il concetto di protezione viene letto e svolto come un intervento diversificato e complesso (psicosociale, educativo, legale, sanitario, di mediazione culturale, animazione sociale), che può richiedere modalità di attuazione particolari a seconda del gruppo sociale, del contesto di riferimento o del percorso migratorio dei minori. Per questo CivicoZero si avvale di un team multidisciplinare, con operatori di diversa provenienza culturale, che sviluppa azioni diversificate e collaborazioni di rete con tutti gli attori che condividono gli obiettivi.