Portfolio Portfolio

SCARICA IL VOLANTINO ZEROCENTER



La Cooperativa a seguito dell’aggiudicazione del finanziamento della Regione Lazio nell’ambito del DGR del 15 marzo 2016, n.102 - Avviso Pubblico per la presentazione di progetti finalizzati ad "Interventi per il contrasto delle povertà estreme e della marginalità sociale", ha aperto nel mese di agosto 2017 il centro di accoglienza emergenziale notturna Zero Center sito in Via degli Apuli n.40 (II Municipio). Il Centro si rivolge a minori stranieri accompagnati e non in transito sul territorio capitolino, con l’obiettivo di fornire protezione attraverso un’adeguata risposta d’emergenza, costituendo una strategica alternativa alla strada e prevenendo, quindi, l’esposizione al rischio di sfruttamento. La città di Roma si caratterizza ormai come “città di secondo sbarco”, cioè di destinazione e transito di un altissimo numero di minori, soprattutto presso il territorio del II Municipio. Il Centro di accoglienza emergenziale notturna, si pone l’obiettivo specifico di consentire ai più vulnerabili in transito di avere un periodo di tempo per acquisire informazioni sui propri diritti, conoscere i rischi della vita di strada e poter assumere decisioni consapevoli. Il centro di accoglienza emergenziale notturna si pone in continuità con l’intervento precedentemente sperimentato dalla Cooperativa Sociale CivicoZero che nel corso degli ultimi 5 anni ha gestito con finanziamento di Save The Children Italia Onlus e l’organizzazione non governativa Intersos il centro notturno A28 Center per l’accoglienza in emergenza di soggetti vulnerabili sul territorio di Roma Capitale. Le azioni che si realizzano all’interno di Zero Center sono: l’assessment della vulnerabilità dei minori contattati, la registrazione per l’accesso, l’erogazione dei servizi di base (cibo, docce, vestiti, kit igienici), l’informativa sui rischi del transito, l’informativa sui diritti e l’eventuale accesso nel circuito di tutela formale. Il Centro di accoglienza emergenziale notturna Zero Center sarà aperto dalle ore 22.00 alle ore 08.00 per 365 giorni l’anno, con possibilità di rimodulazione in base alle condizioni climatiche o altri fattori contingenti. Zero Center assume altresì un importante ruolo di complementarietà relativamente alle attività diurne garantendo un’estensione dell’intervento, e quindi della protezione, anche nella fascia notturna che rappresenta quella di massima vulnerabilità per i minori in transito sul territorio. Di fatto il servizio si inserisce in una progettualità di interventi già implementati dalla cooperativa CivicoZero che prevedono la copertura e la protezione nell’arco delle 24h, attraverso attività di contatto in strada e accoglienza diurna nel centro a bassa soglia. L’intervento prevede, inoltre, la messa in rete di tutti i servizi formali ed informali che intervengono sul target per il rintraccio e il referral al centro notturno, avvalendosi anche della collaborazione consolidata negli anni con il Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute del Comune di Roma (per le segnalazioni di minori in stato di abbandono e l’attivazione della procedura di collocamento), le ASL (presa in carico dei minori accolti e in seguito alla valutazione della vulnerabilità psico-fisica degli stessi) e con le associazioni presenti sul territorio. Sempre con l’obiettivo specifico di garantire accoglienza a migranti bisognosi di protezione si interviene anche a favore di neomaggiorenni, nuclei familiari con minori, donne in stato di gravidanza. Si raffigura una particolare vulnerabilità in quei migranti che al compimento del diciottesimo anno di età fuoriescono dal circuito formale di accoglienza, senza trovare soluzione abitative alternative. In questo senso, la possibilità di accoglierli presso il Centro notturno permette loro di reperire informazioni relativamente al sistema di accoglienza per gli adulti, agli step del percorso amministrativo e alle opportunità e ai potenziali rischi che si possono presentare dato il loro nuovo status. Tutto questo è possibile se i neomaggiorenni, adeguatamente supportati, trovano un ambiente accogliente che possa altresì fornire loro gli strumenti necessari per attivare un percorso di autonomia. Anche con questo target di intervento, Zero Center assume un ruolo di complementarietà relativamente alle attività diurne implementate nel Centro CivicoZero anche a supporto dei neomaggiorenni per il sostegno legale, psicologico e l’orientamento al lavoro. Si garantisce, quindi, un’estensione della protezione nella fascia in cui anche i neomaggiorenni sono in maggior misura vulnerabili e a rischio sfruttamento. Si intende, in questo caso, offrire loro un luogo protetto e adeguato anche a livello igienico sanitario, attenzione indispensabile per coloro che si trovano, in certe condizioni, a vivere per strada per brevi periodi con l’accoglienza a favore di nuclei familiari con minori piccoli e donne in stato di gravidanza esposte a potenziali rischi e altre forme di disagio. Si propone un intervento volto a fornire risposte ai bisogni di prima necessità e garantire loro l’accesso ai servizi di orientamento e sostegno offerti dal Centro CivicoZero.